lunedì 30 giugno 2014

Metabolismo sonnacchioso? Svegliamolo un po'!

 

Sappiamo ormai tutti che un aiuto valido nella perdita di peso è
 accellerare un metabolismo sonnacchioso.
Questo perchè il metabolismo è un processo
 che regola quanto velocemente trasformiamo in energia le calorie che assumiamo.
Usiamo energia e bruciamo grasso quando facciamo attività fisica 
e non solo grazie  all'aiuto che i cibi elencati nel post precedente ci danno.

Sappiamo anche che bruciamo grasso anche quando siamo a riposo
 e la velocità con cui lo facciamo si chiama metabolismo basale.
Questo metabolismo basale si può velocizzare 
e far in modo di bruciare grasso più velocemente 
anche quando non facciamo cose impegnative. 
Ma quali sono le cose che potrebbero rallentare il nostro metabolismo?
Eccole:

1) La cattiva nutrizione

 Evitiamo i cibi super raffinati e ad alto contenuto di grassi.

2) Il cattivo riposo

Miglioriamo la qualità del  sonno.

3) Lo stress

Lo stresso aumenta la produzione del cortisolo nel nostro corpo che favorisce l'aumento di peso.

4) Le diete

Facciamo degli spuntini,
 uno a metà mattinata e uno il pomeriggio. 
Frutta e verdura vanno benissimo.



Detto questo, aiutiamo il nostro metabolismo con gli esercizi fisici.

Qualsiasi attività fisica regolare può andare bene. 
Può essere nuoto, può essere ciclismo, una passeggiata 
oppure una semplice e leggera corsa. 
Io ho iniziato da poco con i cosiddetti 5 esercizi tibetani che, per dire il vero, 
ho scelto solo perchè sono veloci e facili da fare anche senza l'aiuto di un istruttore.

 Non servono ore 
inizialmente vanno bene anche i 15 minuti al giorno, 
che possono sembrare pochi, 
ma fatti tutti i giorni servono per attivare i muscoli.
 Poi possiamo passare a 20 minuti, a 30 e così via.

 Eccoli:

1°

 POSIZIONE:
 in piedi, a braccia larghe, palme rivolte verso il basso.
AZIONE:
 ruotare su se stessi in senso orario, vale a dire il braccio 
sinistro ruota verso destra. 
Fissare sempre la punta di una mano 
 aiuta a non avere capogiri, sia durante il movimento sia nella fase di arresto.

 2°

 POSIZIONE :
distesi a terra, supini, braccia lungo i fianchi.
AZIONE:
sollevare contemporaneamente le gambe fino alla verticale, 
tenere i piedi nella posizione a martello
e la testa va verso il petto. Mantenere la posizione.
Spalle, schiena e bacino rimangono a contatto con il suolo.
Inspirare durante la flessione ed espirare nella fase di distensione.

















9 commenti:

  1. Che bel vademecum Sara, che io appartenga al mondo dei bradipi? Buona settimana. p.s. ho messo il logo del tuo give, lo hai visto? Grazie. NI

    RispondiElimina
  2. Lo sai che il problema del peso è per tutta la vita. Belli veramente questi disegni che spiegano ogni esercizio.
    Ciao e buona serata cara Maryanne.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Strepitoso questo post. E' verissimo che senza un po' di esercizio fisico non si ottiene alcuna perdita di peso. Io nuoto e mi diverto un mondo con la Zumba, che pratico con mia cugina, e, quando è a casa, anche con mia figlia. E' veramente molto divertente, faticoso, ma energizzante al massimo. Grazie per i consigli, un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. grazie per tutte queste interessanti informazioni! Lory

    RispondiElimina
  5. Bellissimo questo post. Devo provare.
    Stefy

    RispondiElimina
  6. Bellissimo questo post. Devo provare.
    Stefy

    RispondiElimina
  7. Molto utile
    Baci
    http://fashionyfacil.blogspot.com

    RispondiElimina
  8. Ciao Sara,
    ci sono anche stavolta a commentare! Utiissimo questo post...anche per una pigrona come me!!! ;)
    ...Anche se poi, quando mi metto.....non mi ferma più nessuno!
    Ciao!
    Michela di Creareregali

    RispondiElimina