giovedì 22 maggio 2014

La festa dei Pugnaloni

Come promesso in qualche post fa, 
oggi vi parlerò della festa di Mezzomaggio in onore della Madonna del Fiore, 
che si celebra ogni anno ad Acquapendente, il mio paesello adorato.
Questa festa è caratterizzata dalla processione dei Pugnaloni
il corteo storico e gli sbandieratori.







Da buon Acquesiana, ho partecipato alla realizzazione di questi quadri enormi quadri
 per una buona parte della mia vita, 
dalla seconda media fino al matrimonio.




I Pugnaloni sono stupendi mosaici di petali di fiori e foglie, 
elementi tipici della festa della Madonna del Fiore
 che si celebra ad Acquapendente la terza domenica di maggio. 
Questa festa è antichissima ed unica nel suo genere.
 La sua origine si fa risalire ad uno degli episodi principali della storia di Acquapendente: 
la liberazione nel lontano 1166 dal giogo del tirannico governatore di Federico I Barbarossa. 
Secondo la tradizione, la vittoriosa rivolta scaturì da un evento straordinario
 che due contadini annunciarono al popolo di Acquapendente. 
Questi lavorando nei campi parlavano della tirannia di Barbarossa 
e chiesero alla Madonna di dare la forza agli acquesiani per ribellarsi. 
Videro allora fiorire miracolosamente un ciliegio ormai secco 
e intesero questo evento come un segnale della protezione della Madonna.
Il popolo insorse e cacciò il dominatore distruggendo il suo castello. 
A ricordo della sospirata liberazione la comunità decretò di fare una grande festa, 
ogni anno a metà maggio.  
La festa di Mezzomaggio in onore della Madonna del Fiore, 
si celebra ogni anno e il tema dell'antica liberazione è ricordato nei pugnaloni 
che vogliono rappresentare la libertà vittoriosa su ogni oppressione. 
Il nome dei Pugnaloni deriva dai Pungolii (antichi arnesi agricoli) ornati di fiori 
che i contadini usavano portare nella processione a seguito della statua della Madonna del Fiore. 
La fantasia aquesiana li ha elaborati e col passare dei secoli sono nati gli odierni pugnaloni.   
Queste opere sono grandi pannelli disegnati (2.60 mt di larghezza per 3.60 mt di altezza) 
e poi interamente ricoperti di petali di fiori, foglie e altri materiali vegetali
fino a seguire ogni sfumatura del disegno.
 La tecnica è quella del mosaico, effetti eccezionali sono dati dagli stupendi colori della natura.
C'è ogni anno una giuria diversa che li valuta e premia i primi 6.
  Ecco i Pugnaloni di quest'anno:


 gruppo "Barbarossa"

 gruppo "Centro" 1° classificato

gruppo " Comb"
 
 gruppo "GSA"

gruppo "Nuova Torre"

 gruppo " Prima Equipe tsm"

 gruppo "prima Equipe vdf", 3° classificato

gruppo"Rugarella"
 
 gruppo "SAS", 2 classificato






gruppo" Selecao".

Il più bello per me è stato quello dalla SAS, 
ma sono di parte perchè è il gruppo di cui ho fatto parte per venticinque anni!

16 commenti:

  1. Caspita, che belle opere d'arte! Grazie per il racconto, mi piace conoscere usi e costumi di altri paesi e città. Buona serata. Tina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tina, questa è una delle tradizioni più belle che vengono festeggiate al mio paese. Ogni anno mi sembra di essere ritornata ragazzina e vado indietro con la memoria a quando li facevo io.
      un bacione

      Elimina
  2. Favolosi quei pannelli , tutti decorati con petali e materiali vegetali..uno spettacolo veramente. Bellissima festa , difficile scegliere un solo pannello come vincitore !!!! Un caro abbraccio Sara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che c'è una giuria di esperti che li valuta? Quest'anno c'è stato anche un critico d'arte oltre a pittori, architetti e un musicista (?). però è vero che sono tutti belli. Grazie Mirtilla, un abbraccio anche a te.

      Elimina
  3. Cara Sara, bello anzi bellissimo e grandioso post!
    Non mi resta che ringraziarti con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, sono io che ringrazio te per le tue parole così gentili.

      Elimina
  4. Incredibili mosaici di cose vive, una festa davvero fantastica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Serena, è bellissima, sicuramente da vedere. Il prossimo anno sei invitata.

      Elimina
  5. Ma come siete bravi, i mosaici sono favolosi,davvero complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Hamina, sono bellissimi perchè sono in tutti i sensi opere d'arte.

      Elimina
  6. Cioè te sei di Acquapendente e non mi dici niente???? Io sto ad Abbadia S. S. cribbio, a due passi da te!! :) Ai pugnaloni però non sono riuscita ancora a venire, vengo alla fiera ma mi perdo sempre tutto il resto, peccato perché è bellissimo!!

    RispondiElimina
  7. Cioè te sei di Acquapendente e non mi dici niente???? Io sto ad Abbadia S. S. cribbio, a due passi da te!! :) Ai pugnaloni però non sono riuscita ancora a venire, vengo alla fiera ma mi perdo sempre tutto il resto, peccato perché è bellissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si cara Elena sono nata ed ho vissuto fino a 12 anni fa ad Acquapendente.Adesso abito a Viterbo ma Acquapendente è sempre nel mio cuore e ci vado anche 2 volte alla settimana.
      Conosco bene Abbadia S.S, bellissimo paese in montagna.
      Un bacione

      Elimina
    2. si in effetti Abbadia è un paese molto carino... poi io sono di parte ehehe.. però a me piace viverci!! :) Bacioni!

      Elimina
  8. Una festa bellissima..... non la conoscevo....una meraviglia.... un bacione simona

    RispondiElimina