domenica 30 marzo 2014

Breve guida agli stili di arredamento (2a parte)





Eccomi ancora con questa fissa sull'arredamento! 
Mi sono documentata e voglio terminare questa breve guida, 
come promesso in un post precedente dove vi informo sugli stili  
Urban, Vintage e Total White.
Oggi vorrei parlarvi dello stile Rustico/ Country, Minimal e Arte Povera


 Stile Rustico/ Country

I mobilieri non usano più il termine rustico e lo hanno soppiantato dal più commerciale country.
Nel termine rustico trovano posto anche gli stili country, tirolese, campagnolo, 
ed altri etnici che si differenziano solo per alcune caratteristiche 
come per esempio un mobiletto dipinto che richiama alle case tirolesi. 
Parlando di mobili rustici italiani, sono massicci, solidi a forma squadrata 
e solo in alcuni casi con montanti e cornici curve o sagomate.   
Il tipo di mobile rustico più commercializzato è il tavolone con panche o sedie per taverna, 
poi vengono le credenze con alzata per soggiorno, 
divani e poltrone con telaio legno 
e le camere da letto sopratutto per alberghi, residence e agriturismi.

I mobili country vengono considerati mobili classici, 
per il semplice fatto che si rifanno ad arredi e forme di oltre un secolo passato. 
Nei mobili country si usa molto il laccato coprente su legno e meno la tinta legno. 
I laccati sono in genere ad effetto consumato o decapè,
 i legni utilizzati nei mobili country sono il castagno, rovere, abete, pioppo ed altri 
sempre in massello ma non legni pregiatissimi. 
Nelle cucine e arredo bagno country si utilizza molto la muratura
come struttura della composizione con nicchie che decorano ulteriormente 
e mantengono leggera la presenza della muratura.

Stile Minimal 


Come chiaramente indica il nome 
nello stile minimal o minimalista si tratta di ridurre al minimo le forme, 
i volumi e gli spazi occupati dai mobili,
 non tanto le dimensioni dell'ambiente che preferibimente dovrebbe essere ampio. 
Linee semplici e lisce in laccato o legno. 
Sembra che i mobili e lo stile minimalista sia stato introdotto nell'arredamento moderno sotto influssi orientali.

Stile Arte Povera 
 L'arte povera è uno stile puramente Italiano e le regioni Veneto, Toscana ed Umbria 
ne sono le maggiori produttrici.
Questo stile è nato alla fine degli anni '60 come alterazione semplice e "povera" dei mobili in stile 
ed al tempo stesso un'alterazione migliorativa come eleganza dei mobili rustici.
Il risultato finale è stato quello di avere dei mobili che sono una via di mezzo 
tra il mobile antico della metà ottocento ed un mobile rustico artigianale 
degli anni '60 in legno tinto noce medio scuro. 
E' uno stile austero e non pomposo, 
che richiama al passato con atmosfere calorose e famigliari, 
senza intristire e appesantire la casa, 
come, secondo la mia modesta opinione,
accadrebbe con altri stili di mobili del genere classico tinto noce. 
Per un tocco più chic, abbiniamo tessuti grezzi, cotone, lino, 
o per un tocco più country dell'oggettistica tradizionale locale, 
ed anche oggetti in ferro battuto . 
Possiamo trovare mobili in arte povera sia economici che di alta qualità. 
Le versioni economiche dei mobili in arte povera vengono fatte con parti di truciolato impiallaciato 
 e frontali in massello di noce toulipier o pioppo, 
le versioni di alta qualità usano il legno massiccio di pioppo, toulipier, noce canaletto.

12 commenti:

  1. ciao Sara, ti ringrazio per la partecipazione al mio giveaway, in bocca al lupo Lory

    RispondiElimina
  2. a me piace tantissimo il primo!buona giornata Sara..bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche a me piace questo stile, pensa che avrei voluto un tavolo con le panche in cucina. Ma niente da fare, troppo piccola!
      Grazie per il commento
      Bacioni

      Elimina
  3. io resto sul minimal o moderno.
    Bella spiegazione ,il tuo post,stili su cui non ci avevo riflettuto
    lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lu, sei molto gentile.
      Un abbraccio

      Elimina
  4. ciao mi piace molto il tuo blog, ho un premio per te!
    Se ti va passa a ritirarlo http://ilvolodiunafarfalla.blogspot.it/2014/03/the-versatile-blogger-award.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la tua gentilezza. Passo subito da te.

      Elimina
  5. A me lo stile rustico piace,forse perché vivo in campagna e
    si adatta meglio??

    RispondiElimina
  6. Ciao, a me lo stile rustico piace, forse perché vivo in campagna
    e si adatta meglio?

    RispondiElimina
  7. Molto carina questa rubrica sugli stili! Silvia

    RispondiElimina
  8. vivendo in umbria conosco bene l'ultimo stile che hai proposto... a me non piace, a meno che non siano pochi pezzi accostati ad altri più moderni, per dare un tocco di calore all'arredamento. ma se è tutto in quello stile, per me il risultato è esattamente l'opposto, ovvero l'ambiente risulterà troppo freddo... ma è solo la mia opinione!!! ^.^

    RispondiElimina